A tavola coi Draghi

PI-atavolaconidraghi

Le ricette qui ospitate sono la risposta all’esigenza di sfamare esausti rievocatori, reduci da battaglie o da dimostrazioni d’arme!

  • Non sono ricette tipiche di una cucina da campo militare o di una qualche categoria sociale. Per la prima situazione non c’è niente di scritto: chi cucinava per le truppe faceva quel che poteva, tenendo conto dei prodotti ‘offerti’ dal luogo, della situazione logistica, dei tempi. Per le altre, ci sono testi cui faremo riferimento ad hoc.
  • Le ricette qui documentate sono ricette selezionate in maniera che gli antichi gusti e le antiche abitudini alimentari siano apprezzabili  oggi……  soprattutto al nostro gruppo.
  • Sono ricette del periodo quattrocentesco, periodo in cui si compie la rottura con la gastronomia antica e si afferma una fisionomia caratteristica, definibile come medievale.
  • Sono divise, arbitrariamente, in: Primi, Secondi e Dolci solo per permettere una ricerca rapida a seconda delle esigenze del momento

 

Libri di cucina? Si conoscono un centinaio di manoscritti dell’epoca, molti dei quali da poco scoperti, studiati e poi editati. Qui si ‘pescherà’ dal

  1. libro de arte coquinaria di maestro Martino, cuoco della metà del Quattrocento del patriarca d’Aquileia
  2. le viandier de Taillevent, soprannome del cuoco che lavorò alla corte di Francia alla fine del Trecento
  3. menagier de Paris, testo di fine quattrocento scritto da un borghese parigino per l’inesperta giovane moglie

Commenti chiusi