Bustrengo

 Ingredienti

Per 15 persone:
-5 uova
-500 ml di latte per ammollarre 200 gr di pan grattato
-100 gr di farina bianca e 100 gr di farina gialla (quella della polenta)
-(200 gr di mandorle tritate) e 200 gr di uvetta
-50 gr di miele, 50 gr di liquore, 50 gr di saba
-1 bustina di lievito (a libera scelta)
-la scorza grattugiata di un limone e di una arancia (o scorzette caramellate)
-10 gr di cannella
-250 gr di zucchero
-100gr di olio di oliva extra
-5 mele mature, 2 mele cotogne (o 3 cucchiai di marmellata),10 prugne snocciolate, 3 pere

Preparazione:

Mescolare bene gli ingredienti e adagiare in una teglia ben unta e infarinata stendendo l’impasto per lo spessore di due dita. Mettere in forno ben caldo per circa un’ora abbondante. Servire a temperatura ambiente. Si conserva bene per giorni.

Un po' di storia
Il suo nome dialettale “Bustreng”, o bostrengo o bustreng  pare sia d’origine barbarica, ma è difficile identificare la giusta provenienza di questo squisito dolce povero, la cui paternità è contesa tra la bassa Romagna e le alte Marche. Fonda le sue radici nelle antiche tradizioni dei contadini, che lo preparavano soprattutto d’inverno con farina, pane raffermo, frutta e altri ingredienti scelti tra quelli a disposizione e non per niente è detto anche pulisci-credenza. La ricetta ha tante varianti e prevede trentadue elementi diversi, dei quali solo venti sono costanti.

Commenti chiusi